Il perchè de "Le Cerase e i Mostaccioli"...

Il perchè de "Le Cerase e i Mostaccioli"... Questo è il primo Food Blog italiano interamente dedicato alla Città Serafica di Assisi ed ai suoi Santi. Questo blog infatti è nato principalmente per unire due mie grandi passioni: quella per la cucina casalinga, sana, semplice e genuina con gli inconfondibili sapori e profumi di una volta... e quella per Assisi, luogo fuori da ogni tempo, incredibilmente sospeso tra cielo e terra, pervaso da un' energia del tutto particolare, serafica, luminosa e buona, che arricchisce questa meravigliosa cittadina umbra situata alle pendici del Monte Subasio, famosa per essere una delle poche testimonianze dell' architettura medievale ad oggi meglio conservata e per aver dato i natali ai Santi Chiara e Francesco di Assisi e proprio da questi motivi è nato il nome del Blog "Le Cerase e i Mostaccioli". LE CERASE perchè una pia tradizione narra che Santa Chiara, ormai morente chiede una cerasa alla Consorella. Nonostante Agosto non sia stagione di ciliegie, la consorella di Chiara tornerà miracolosamente con una ciliegia. I MOSTACCIOLI perchè la leggenda di San Francesco narra che il Santo prima di morire, chiese di mangiare i mostaccioli, dolcetti antichi fatti di elementi semplici. Per questo ogni anno ad Assisi il 4 Ottobre, giorno dedicato al Santo Patrono d'Italia si rinnova l'antica tradizione e questi dolci vengono preparati con amore e devozione. Inoltre visitando il mio Food Blog troverete le mie foto-ricette, i contest e le iniziative alle quali partecipo, i link delle Aziende con cui ho il piacere di collaborare, gli spazi dedicati alle loro presentazioni e le promozioni che periodicamente le Aziende propongono. Inoltre cliccando quà e là avrete anche modo di trovare altri link, tra cui quello dedicato alle ricette semplici del Convento e quelli per vivere al meglio un soggiorno in Umbria, delizioso luogo lontano dai mari, dove la dolcezza dei paesaggi sembra voler accomunare in modo armonico identità e pensieri diversi. L'Umbria viva, delle Persone semplici e sincere, riservate ma ospitali, che quando danno il loro cuore è per sempre; l'Umbria della Cucina dai sapori e profumi genuini, legati ad una terra antica, che ancora oggi sà regalarci prodotti semplici ed al tempo stesso pregiati, perchè tipicamente autoctoni di questa magnifica Regione, l'Umbria delle emozioni profonde, dove alla vista delle sue dolci colline e dei verdeggianti paesaggi ricoperti di ulivi ci sottraiamo piacevolmente all'andar frenetico del nostro tempo. L' Umbria medioevale, autentica e mistica di San Francesco e Santa Chiara d'Assisi, l'Umbria antica degli Etruschi e dei Romani, l' Umbria del lento incedere del Tevere e dalla mirabile potenza delle Cascate delle Marmore, l'Umbria del Jazz, della Cioccolata e del Festival dei Due Mondi. L'Umbria che ti aspetta e sarà lieta di accoglierti, per non farsi più dimenticare. Potrete così organizzare viaggi e week-end per vivere al meglio tutti gli eventi storico-culturali che annualmente animano Assisi ed i Borghi limitrofi. Sperando che tutto ciò possa essere utile e di vostro gradimento potete lasciare i vostri preziosissimi commenti... ...nel frattempo vi auguro Buon Appetito e Buona Navigazione!!!

lunedì 10 giugno 2013

"Con il Cuore nel nome di Francesco" fa il 20% di share ma la solidarietà continua!



 ''CON IL CUORE, NEL NOME DI FRANCESCO'' FA IL 20% DI SHARE, MA LA SOLIDARIETA' CONTINUA!

 Grande soddisfazione dei Frati francescani di Assisi per la serata di spettacolo e solidarietà dell' undicesima edizione di ''Con il cuore, Nel nome di Francesco'' che si e' svolta sabato scorso nella piazza inferiore dedicata al Santo Patrono d'Italia e' stata trasmessa in diretta su Rai1. Tutti i fondi raccolti saranno destinati alle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia Romagna e alle missioni francescane in Paraguay. 

''Un grazie grande agli italiani per la loro attenzione e generosità'' ha detto padre Enzo Fortunato, direttore della sala stampa del Sacro Convento. ''Gli ascolti - ha aggiunto - premiano una serata di impegno e di entusiasmo. Sarà comunque possibile continuare a donare fino al 20 giugno''. Padre Fortunato ha quindi ringraziato il direttore di Rai1 e la direzione generale dell'azienda ''sempre attenti ai temi cari al francescanesimo''. ''Oggi - ha aggiunto - la nostra società ha bisogno di fraternita', solidarieta' e spirtualita' per affrontare l'attuale delicato momento. Francesco puo' rappresentare per tutti la possibile strada''.

Padre Fortunato ha ricordato che la diretta ha toccato un picco del 20.72 per cento di share con oltre quattro milioni di telespettatori.

 “Un evento di solidarietà di grande importanza - ha commentato il sindaco ddella Città Serafica Claudio Ricci - per la promozione dei valori spirituali e culturali in Assisi e di San Francesco, nel tempo di Papa Francesco”. 

Articolo tratto da:www.sanfrancescopatronoditalia.it


 Vi ricordo che si potrà donare il proprio contributo fino al 20 Giugno 2013, infatti per continuare a partecipare alla gara di solidarietà per l'Emilia Romagna ed il Paraguay è possibile donare, al costo di 2 euro, uno o più sms al 45503, da tutti i cellulari personali TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca o chiamare lo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, TeleTu e TWT.


Sarà possibile inoltre donare anche tramite bonifico bancario sul conto corrente: "Francesco d'Assisi, un uomo un fratello"IT350570438270000000007000. 

Per l'occasione quest'anno è stato ideato, dal maestro tintore Claudio Cutuli, il foulard della solidarietà:
 che riproduce l'immagine emblematica di San Francesco che dona il suo mantello ad un povero, quest' immagine è stata tratta dall'affresco di Giotto della Basilica Superiore di Assisi.
Nella foto il foulard della solidarietà 2013.

Nessun commento: