Il perchè de "Le Cerase e i Mostaccioli"...

Il perchè de "Le Cerase e i Mostaccioli"... Questo è il primo Food Blog italiano interamente dedicato alla Città Serafica di Assisi ed ai suoi Santi. Questo blog infatti è nato principalmente per unire due mie grandi passioni: quella per la cucina casalinga, sana, semplice e genuina con gli inconfondibili sapori e profumi di una volta... e quella per Assisi, luogo fuori da ogni tempo, incredibilmente sospeso tra cielo e terra, pervaso da un' energia del tutto particolare, serafica, luminosa e buona, che arricchisce questa meravigliosa cittadina umbra situata alle pendici del Monte Subasio, famosa per essere una delle poche testimonianze dell' architettura medievale ad oggi meglio conservata e per aver dato i natali ai Santi Chiara e Francesco di Assisi e proprio da questi motivi è nato il nome del Blog "Le Cerase e i Mostaccioli". LE CERASE perchè una pia tradizione narra che Santa Chiara, ormai morente chiede una cerasa alla Consorella. Nonostante Agosto non sia stagione di ciliegie, la consorella di Chiara tornerà miracolosamente con una ciliegia. I MOSTACCIOLI perchè la leggenda di San Francesco narra che il Santo prima di morire, chiese di mangiare i mostaccioli, dolcetti antichi fatti di elementi semplici. Per questo ogni anno ad Assisi il 4 Ottobre, giorno dedicato al Santo Patrono d'Italia si rinnova l'antica tradizione e questi dolci vengono preparati con amore e devozione. Inoltre visitando il mio Food Blog troverete le mie foto-ricette, i contest e le iniziative alle quali partecipo, i link delle Aziende con cui ho il piacere di collaborare, gli spazi dedicati alle loro presentazioni e le promozioni che periodicamente le Aziende propongono. Inoltre cliccando quà e là avrete anche modo di trovare altri link, tra cui quello dedicato alle ricette semplici del Convento e quelli per vivere al meglio un soggiorno in Umbria, delizioso luogo lontano dai mari, dove la dolcezza dei paesaggi sembra voler accomunare in modo armonico identità e pensieri diversi. L'Umbria viva, delle Persone semplici e sincere, riservate ma ospitali, che quando danno il loro cuore è per sempre; l'Umbria della Cucina dai sapori e profumi genuini, legati ad una terra antica, che ancora oggi sà regalarci prodotti semplici ed al tempo stesso pregiati, perchè tipicamente autoctoni di questa magnifica Regione, l'Umbria delle emozioni profonde, dove alla vista delle sue dolci colline e dei verdeggianti paesaggi ricoperti di ulivi ci sottraiamo piacevolmente all'andar frenetico del nostro tempo. L' Umbria medioevale, autentica e mistica di San Francesco e Santa Chiara d'Assisi, l'Umbria antica degli Etruschi e dei Romani, l' Umbria del lento incedere del Tevere e dalla mirabile potenza delle Cascate delle Marmore, l'Umbria del Jazz, della Cioccolata e del Festival dei Due Mondi. L'Umbria che ti aspetta e sarà lieta di accoglierti, per non farsi più dimenticare. Potrete così organizzare viaggi e week-end per vivere al meglio tutti gli eventi storico-culturali che annualmente animano Assisi ed i Borghi limitrofi. Sperando che tutto ciò possa essere utile e di vostro gradimento potete lasciare i vostri preziosissimi commenti... ...nel frattempo vi auguro Buon Appetito e Buona Navigazione!!!

lunedì 23 gennaio 2012

La Torta Della Nonna

LA TORTA DELLA NONNA.
Sinceramente quando sono venuta a conoscenza della nuova iniziativa indetta da Molino Chiavazza ho subito pensato di aderire al Loro contest con questa magnifica torta, che sembrerà banale ma è la torta della nonna. Infatti se ho la passione della cucina e soprattutto dei dolci lo devo sia alla mia meravigliosa mamma,  ma anche a mia Nonna Nina, che quando ero piccola nei lunghi pomeriggi invernali, finiti i compiti mi deliziava mentre preparava buonissime crostate per la merenda, tra cui questa. Infatti mentre lei impastava con maestria sulla spianatoia tutti gli ingredienti, io me ne stavo lì con lei, mentre con le mie manine cercavo di impastare un pò di burro con la farina, per poi stendere l'impasto con il mio mattarello mignon (che ho ancora) e ricavare dei biscottini. Devo dire che sono molto legata a questa torta, perchè a differenza della classica torta della nonna, questa è più leggera, inquanto ha si un doppio strato di pinoli, ma non prevede la copertura di pasta frolla, solo crema, pinoli e zucchero a velo. Inoltre quando io e mio marito ci concediamo un week-end romantico fuori porta e andiamo a trovare i nostri amici nel loro Bed & Breakfast, la mattina, insieme al caffè appena fatto ed al suo profumo troviamo sempre sul nostro tavolo questa meravigliosa torta genuina fatta sempre con tanto amore, proprio come faceva mia nonna. Che dire di più, per i bellissimi ricordi che evoca e la sua semplice bontà per noi la Torta della Nonna è semplicemente il Comfort Food!!!      

Ingredienti per la Base di Pasta Frolla:
250 gr. di Farina Biologica di Grano Tenero "00" Molino Chiavazza,
120 gr. di Zucchero,
100 gr. di burro morbido,
un pizzico di sale fino q.b.,
2 uova.
Per la Crema di Farcitura:
1 Lt. di latte intero,
un limone non trattato (solo la scorza)
20 gr.di burro morbido,
50 gr. Farina Biologica di Grano Tenero "00" Molino Chiavazza
100 gr. di zucchero, 
6 tuorli d'uovo,
50 gr.di pinoli Life, 
Zucchero a velo q.b.

Procedimento per la Torta della Nonna:
Accendete il forno a 180°, se avete un forno elettrico lasciatelo sulla funzione Forno Statico, particolarmente indicata per la cottura dei dolci, poi, mentre il forno si riscalda, versate in un pentolino il latte, tagliate ora in un' unica striscia la scorza del limone e aggiungetela al latte e fate portare ad ebollizione a fuoco dolce.
Mentre il latte bolle, lavorate i 6 tuorli d'uovo con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro, aggiongete poi la farina setacciata, il burro, poi a filo il latte bolente a cui avrete tolto la buccia del limone, ora riponete il composto sopra la fiamma dolce, continuando a mescolare per evitare il formarsi dei grumi. Quando la crema si sarà addensata, ponetela a raffreddare per un paio d'ore in frigorifero.
Mentre la crema riposa, potete dedicarvi alla preparazione della pasta frolla.
Disponete sulla spianatoia la farina a fontana, aggiungete la scorza del limone che precedentemente avete grattugiato, poi, le uova, il sale e unite il burro ammorbidito, continuate ad impastate li composto fino a chè non sarà sodo e sbricioloso, una volta ottenuto il panetto di pasta frolla, fasciatelo nella pellicola trasparente e mettetelo a riposare in frigo per una mezzoretta.
Trascorso il tempo necessario per il riposo, ora la frolla è pronta per essere stesa e 
 adagiata nella teglia da forno, ed essere ricoperta di legumi secchi, o "perle" di ceramica come ho fatto io ed essere infornata a 180° per 20 minuti circa.
 Trascorso questo tempo rimuovete i legumi secchi o le "perle" di ceramica
e aggiungete il primo strato di pinoli,
poi ricoprite con la crema  
  ed aggiungete il secondo strato di pinoli,
ora terminate la cottura in forno sempre a 180° per altri 20 minuti. La torta della nonna sarà pronta quando i bordi ed i pinoli saranno belli dorati. 
 Si lascia raffreddare e... questo squisito e delicasto dolce è pronto per essere ricoperto da una generosa spolverata di zucchero a velo ed essere gustato
in ogni momento della giornata: a colazione per un risveglio d'altri tempi, oppure a fine pasto, per terminare in dolcezza o perchè no, assaporato durante una deliziosa merenda retrò accompagnata da un buon Tè.
Questa Ricetta è Stata Realizzata Utilizzando:

 - Farina Biologica di Grano Tenero "00" Molino Chiavazza.
http://www.molinochiavazza.it/pr_fclassiche.html

- Pinoli Life.
http://www.lifeitalia.it/

- Tovaglietta all' Americana Winter Collection Mod. Frida Blue 40x50 by Green Gate.
http://viewer.zmags.com/showmag.php?mid=tfrqdr#/page30/

8 commenti:

Torte e Decorazioni ha detto...

Che bel dolce a un aspetto davvero invitante complimenti!
ciao Francesca

Deborah ha detto...

La torta è magnifica, una delle mie preferite...ma non posso aggiungerla al contest :-( tra gli ingredienti non compare ne lo zucchero di canna ne il te...essenziali per il contest :-( Mi dispiace davvero !Spero tu riesca a partecipare con un'altra che abbia almeno uno dei due ingredienti, mi farebbe davvero piacere :-)

Graal77 ha detto...

Mamma mia che buono...io amo i pinoli....sa di tradizione e di famiglia....ottima....buona vita e buona cucina

Le Cerase e i Mostaccioli, Cucina e Semplicità. ha detto...

Ciao Deborah, scusa davvero, ma nella fretta non mi sono accorta che, giustamente per partecipare al contest bisogna ricettare lo zucchero di canna e/o il tè. Sorry... Ma cerco di rimediare in fretta, infatti appena riesco a prepararla ti posto una ricetta più congrua per il tuo dolcissimo contest, al quale partecipo davvero tanto volentieri!!!!:):):)
Un grandissimo abbraccio e grazie ancora per l'opportunità.
Chiara.

EMI ha detto...

Deliziosa latorta della nonna!!Brava... ^^

Le Cerase e i Mostaccioli, Cucina e Semplicità. ha detto...

Ciao Ragazze!!!! un grazie speciale a tutte voi per il vostro costante supporto e per i vostri graditissimi commenti.Grazie davvero e buona serata a tutte!!!!!
Con affetto.
Chiara.

nannina65 ha detto...

Mentre leggevo l'ho anche mangiata. Buonissima. L'Umbria è bellissima ci sono stata in viaggio di nozze, e la ricordo con amore.

elly ha detto...

la torta della nonna è sempre la torta della nonna! L'adoro... e questa è splendida!